Sarzana - 19038 - La Spezia
info@francescobattistini.it

“Viale dice di non utilizzare l’app Immuni, è una irresponsabile”

“L’Assessore alla Sanità della Liguria si dimostra, ancora una volta, una irresponsabile. Cercare di incitare la comunità a non aderire all’iniziativa del Ministero della Salute sull’applicazione “Immuni” è davvero una roba di basso cabotaggio politico.

In questa situazione non dovrebbero esistere maggioranze e opposizioni, sigle di partito o colori d’appartenenza e invece, ancora una volta, questa Giunta regionale pur di fare propaganda perde la bussola di ciò che sarebbe davvero utile. In un comunicato l’Assessore Viale dice che i liguri non saranno cavie di questo Governo e sproloquia sul diritto alla privacy e sul presunto tracciamento delle persone derivato dalla nuova applicazione “Immuni”.

Proprio lei, viene da dire, che è un dirigente di un partito, la Lega, che ha fatto del controllo ossessivo il suo cavallo di battaglia, almeno a parole. Lei, che installerebbe microfoni e telecamere ovunque!

Detto ciò affermare che “Immuni” violi la privacy o serva per tracciare le attività quotidiane dei cittadini è falso. Non penso che l’Assessore Viale sia così ignorante da non conoscere il funzionamento di questo software e questo è ancor più grave perché mostra ciò che chi ha responsabilità di governo non dovrebbe avere: malafede.

“Immuni” comunica con gli altri dispositivi attraverso il bluetooth a basso consumo energetico. Il messaggio che invia non contiene altra informazione se non un codice alfanumerico che viene generato casualmente e modificato più volte al giorno.

Non esiste collegamento tra codici generati e identità di chi utilizza l’applicazione. L’utente deve, in caso di positività al Covid-19, preoccuparsi soltanto di comunicare che la sua applicazione è utilizzata da una persona infetta.

Da quel momento i codici che partiranno dal suo dispositivo saranno contrassegnati e tutti gli utenti che saranno entrati, o entreranno, in contatto con lui verranno avvertiti attraverso il software stesso. Non ci sarà alcuna caccia all’autore.

Nessuno, neppure il Ministero della Salute, conoscerà l’identità della persona positiva attraverso “Immuni”. Tutti però sapranno quando mettere in atto le necessarie misure di autoprotezione per tutelare se stessi e i propri cari, come: l’isolamento volontario, la richiesta di effettuare gli appositi test diagnostici o chiedere un intervento tempestivo in caso di comparsa dei sintomi.

È necessario sconfiggere, quanto più rapidamente possibile, il nuovo Coronavirus. Non c’è spazio, cara Assessore Sonia Viale, per la sua stupida polemica politica.

I cittadini devono essere informati correttamente e sensibilizzati a fare, con responsabilità, tutto ciò che in autonomia possono fare per uscire da questa emergenza. L’invito che deve essere esteso a tutti è quello di scaricare e utilizzare, responsabilmente, la app “Immuni”.

La Giunta ligure lasci perdere gli slogan e si concentri, piuttosto, nel fare ciò che finora ha fatto poco e male: governare il Sistema sanitario regionale. È fondamentale incrementare il numero dei tamponi alla popolazione. Siamo, nonostante i numeri dei contagi elevati, tra le regioni che effettuano meno screening diagnostici. Questo è francamente inaccettabile!”.

Francesco Battistini
Consigliere regionale Italia in comune/Linea Condivisa

Lascia un commento